Cinegiornale Obiettivo 85 – Speciale boom editoriale

Sorgente: Pellicola 35mm, sonoro ottico integrato, bianco e nero.

Produzione: Settembre 1963 – Italia. 

Speciale boom editoriale del dopoguerra

Presente il Capo dello Stato Antonio Segni e il Presidente del Consiglio Leone. Vengono consegnati in Campidoglio la penna d’oro e il libro d’oro. I premi assegnati a Riccardo Bacchelli e all’editore Riccardo Ricciardi costituiscono l’omaggio della nazione a coloro che la servono, nel modo più alto, al servizio della cultura. Dietro questi premi c’è per noi un interrogativo molto più reale e comunque di palpitante attualità: esiste un più interessato e corale accostamento alla cultura, al libro?

Con o senza impegno culturale si legge ormai dovunque

Si legge in treno, dove un giallo o un racconto di fantascienza fanno dimenticare le distanze. Si legge persino facendo la ginnastica mattutina. Oggi la cultura si è democratizzata e il libro è diventato anche un fatto di costume, di moda, di attualità. Qualche volta anche di suggestione se è vero che la televisione può spingere in libreria. Il libro è riuscito persino a compiere una disinvolta traversata dai programmi di esami ai concorsi di bellezza.

boom editoria

La cultura è diventata anche un problema di penetrazione capillare

Il pubblico viene spesso stimolato attraverso una somministrazione settimanale, di capitoli e dispense che hanno il pregio di non intimidirlo come le mastodontiche collezioni. Questa è una delle caratteristiche dell’industria dei fratelli Fabbri i cui intendimenti prevedono una collocazione delle loro opere presso gli strati più larghi della popolazione.

La pellicola fa parte del patrimonio storico cinematografico conservato nella Cineteca nell’Archivio dei Cinegiornali di Attualità; è possibile guardare l’intero cinegiornale registrandosi gratuitamente sulla piattaforma tecatv.com.

Category
Cinegiornale di Attualità