Giacomo Zanella poeta e traduttore

ANNO: 1988. ESTRATTO DA CRONACHE VENETE.

Una celebrazione per Giacomo Zanella poeta e traduttore. Lunedì 16 Maggio presso la sede dell’Accademia Olimpica di Vicenza, è stato presentato il programma delle celebrazioni del primo centenario della morte di Giacomo Zanella avvenuta nel 1888. Presidente del Comitato per queste celebrazioni il Senatore Mariano Rumor che illustra brevemente i tempi e i modi di queste celebrazioni.

La celebrazione in onore di Giacomo Zanella, nel primo centenario dalla morte, inizia oggi con questa conferenza stampa e avrà il suo proseguo domani con una cerimonia raccolta e intima con la quale l’Accademia Olimpica, di cui egli fu membro e presidente a suo tempo, intende rendere omaggio al poeta deponendo una corona sotto la lapide. Successivamente, insieme al Sindaco di Vicenza, deporremo una corona al monumento in Piazza San Lorenzo e al sepolcro nel tempio di San Lorenzo stesso. Nel pomeriggio il seminario vescovile terrà una solenne celebrazione.

I messaggi di Giacomo Zanella

I messaggi di Giacomo Zanella sono innanzi tutto messaggi di grande fede che gli veniva dalla sua vocazione religiosa, ma anche di grande fiducia nel progresso dell’umanità. Egli è un ottimista nel progresso dell’umanità e teme soltanto che questo progresso possa entrare in conflitto con la fede, che è la convinzione profonda del suo spirito. L’empito della sua poesia si esalta in modo particolare quando sente in sé stesso la possibilità di conciliare queste due grandi realtà.

Sorgente: Nastro magnetico U-matic, colore.