C301

Sorgente: Pellicola 35mm, sonoro, colore.

C301 è un film di Victor de Sanctis. De Sanctis si cimenta nel racconto di una storia affascinante. La voce narrante è quella della corazzata C301 che dialoga con un giovane lupo di mare. Nella narrazione la desolazione e la passione per il profondo blu si fondono in un tutt’uno. I ricordi della nave s’incrociano con la fantasia del ragazzo e, anche se per pochi istanti, la C301 riprende vita.

La fantasia del bambino

“Un cimitero vetusto e abbandonato, un cimitero insolito e misterioso. Una necropoli di navi in disfacimento nella darsena più remota di un porto italiano. È proibito penetrare in questa zona riposta. Forse è crudele violare il segreto di questi relitti inanimati che un giorno ebbero un nome e una bandiera. Di queste carcasse divelte e sventrate. Tu non puoi udirmi, ma il tuo cuore mi ascolta. Questa massa immensa di acciaio rugginoso e dilaniato sono io, ero io. Io che ti parlo.” Così la vecchia nave corazzata esordisce nella fantasia del piccolo lupo di mare. C301 è un film di Victor de Sanctis che gioca con l’immaginazione del giovane protagonista e mostra, con abili riprese, il lato affascinante dei relitti, oggi vecchi, ma con un passato ancora vivo.

Il giovane lupo di mare sulla vecchia corazzata C301
Il protagonista del documentario di fronte alla corazzata C301
Lato della corazzata C301
Il protagonista del documentario sopra la vedetta della corazzata

La pellicola fa parte del patrimonio storico cinematografico conservato all’interno dell’Archivio De Sanctis; è possibile guardare l’intero filmato registrandosi gratuitamente sulla piattaforma tecatv.com.

Category
Victor De Sanctis
Tags
guerra, isola, mare, nave corazzata, relitti, storia