Caratteristiche tecniche della cinepresa Baby Pathé Motocamera

Il modello Baby Pathé Motocamera fu introdotto in Francia nel 1928. Il corpo della macchina del modello Baby Pathé Motocamera è in metallo e ricoperto di pelle nera. Il meccanismo doveva essere caricato internamente per poter filmare circa dieci metri di pellicola. La pellicola usata era la cosiddetta Pathé Baby ovvero 9,5mm. La Pathé introduce questo particolare tipo di formato che aveva la particolarità di avere le perforazioni al centro dell’interlinea tra un fotogramma e un altro. Con questa macchina era possibile anche fare una “tacca” sul bordo della pellicola; in questo modo si comunicava al proiettore che doveva fermarsi per proiettare quel singolo fotogramma, oppure di utilizzare quel fotogramma come una sorta di fotografia. La Pathé fu la prima a escogitare questo sistema.

Baby Pathé Motocamera è una cinepresa che fa parte del Museo delle attrezzature della Cineteca del Veneto. Tutte le strumentazioni che puoi osservare in questo museo virtuale sono state parte integrante di un progresso tecnologico che arriva ai giorni nostri. Con dedizione e altrettanta passione di impegniamo a recuperare questi pezzi di storia televisiva e cinematografica anche grazie al sostegno e aiuto di RunningTV.

GUARDA LE ALTRE ATTREZZATURE

BENCINI COMET 8

BENCINI COMET 8

Bencini Comet 8 è una cinepresa economica per pellicola doppio 8mm che esordisce solo sul finire “dell’era” 8mm

KEYSTONE K 4C

KEYSTONE K 4C

Keystone K 4C è una cinepresa per pellicola 8mm fabbricata negli U.S.A. nel 1952. Mirino reflex e tre ottiche

BOLEX PAILLARD B8

BOLEX PAILLARD B8

Bolex Paillard B8 è una cinepresa per pellicola 8mm costruita nel 1953. Caricamento a molla con ottica a torretta